Home Cronaca

SEMINAZIONE IN VITRO ELTON JOHN BOICOTTA DOLCE E GABBANA

0
CONDIVIDI

dolce-e-gabbana BOICOTTAMILANO. 16 MAR. Il mondo dello showbiz ha dato il via al boicottamento di Domenico Dolce e Stefano Gabbana con una messa al bando dei loro vestiti sul web, attraverso l’hashtag#boycottDolceGabbana

A capo dell’iniziativa contro la coppia di stilisti italiani più famosa nel mondo ci sarebbe nientepopodimeno che Elton John, ma non solo. Anche altri personaggi dello spettacolo quali Courtney Love, Ricky Martin insorgono contro le dichiarazioni di Dolce & Gabbana fatte in un’intervista su Panorama quando hanno detto di essere contrari alle adozioni gay e ai “figli della chimica che non hanno mamma e papà”.

E proprio, in primis, Elton John, che ha due figli ottenuti con la fecondazione in vitro con il marito David Furnish, ha duramente attaccato Domenico Dolce e Stefano Gabbana, anche loro omosessuali e per lungo tempo legati da una relazione sentimentale.

Come vi permettete di dire che i miei meravigliosi figli sono sintetici?”, ha scritto Elton John su un social network. E poi li accusa “di per aver puntato i loro ditini contro la fecondazione in vitro” definita come “un miracolo che ha consentito a legioni di persone che si amano, etero ed omosessuali, di realizzare il loro sogno di avere figli”.

Il vostro pensiero arcaico – scrive cora anElton John – è fuori tempo, proprio come le vostre creazioni di moda. Non indosserò mai più nulla di Dolce e Gabbana”.

Veloce arriva la replica di Domenico Dolce: “Sono siciliano e sono cresciuto con un modello di famiglia tradizionale, fatto di mamma, papà e figli. So che esistono altre realtà ed è giusto che esistano, ma nella mia visione questo è quello che mi è stato trasmesso, e con questi i valori dell’amore e della famiglia. Io sono cresciuto così, ma questo non vuol dire che non approvi altre scelte. Ho parlato per me, senza giudicare le decisioni altrui”.

Leggi l’articolo originale: SEMINAZIONE IN VITRO ELTON JOHN BOICOTTA DOLCE E GABBANA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here